PIEMONTE, TRA IL SACRO E IL PROFANO dal 20 al 21 marzo 2021

IN VIAGGIO CON L’ARTE

 

Piemonte, tra il sacro e il profano

 

dal 20 al 21 marzo 2021

 

2 giorni / 1 notte

con autobus GT

 

Con docente di Storia dell’Arte

La Valle di Susa è stata da sempre un territorio di transito per i pellegrini che si spostavano dall’Italia alla Francia e viceversa. All’imbocco della valle, simbolo del Piemonte in Europa, è la Sacra di San Michele, che dalla cima del monte Pirchiriano veglia sulle montagne da più di mille anni. Lungo la strada di Francia non si può che lasciarsi affascinare dagli affreschi del complesso di Sant’Antonio di Ranverso, mentre discreta tra i prati della Val Cenischia si trova la secolare abbazia dei SS. Pietro e Andrea di Novalesa, tra le più antiche dell’arco alpino e tra le più ricche di storia. Il passaggio dalle atmosfere mistiche a quelle più mondane è breve. Nel Parco della Mandria, nei pressi di Torino, si trova Borgo Castello, tenuta di caccia di Vittorio Emanuele II che amava trascorrere il suo tempo in questo luogo, lontano dagli occhi indiscreti della corte, con Rosa Vercellana, prima amante e in seguito sua consorte. Proprio alla donna amata, Vittorio Emanuele II destinò questa bellissima tenuta.Viaggio in compagnia della Prof.ssa Maria Aurora Marzi, docente di storia dell’arte ed esperta relatrice in campo artistico.

.

PROGRAMMA

1° GIORNO: Bologna / Valle di Susa (km 350)

Partenza in pullman in direzione della Valle di Susa. Arrivo a Sant’Antonio di Ranverso e visita guidata alla Precettoria. Il complesso comprende, oltre alla chiesa, anche l’ospedale, il convento, alcuni mulini e le cascine in cui risiedevano i fittavoli che coltivavano i terreni appartenenti alla Precettoria. Costruito lungo la via Francigena che passava sotto le mura del complesso religioso e poi, attraverso la Val di Susa e i passi del Moncenisio e del Monginevro, collegava la Francia con la pianura padana fino ad arrivare a Roma, lo scopo di questo complesso era l’accoglienza ai viaggiatori e ai pellegrini e in particolare la cura dei malati.  A seguire trasferimento ad Avigliana. Pranzo libero. Nel pomeriggio breve passeggiata per le vie antiche della cittadina, attraverso un centro storico preziosissimo che culmina in Piazza Conte Rosso e nelle rovine del castello. Trasferimento alla Sacra di San Michele per la visita guidata. Edificio simbolo della Regione Piemonte, e secondo la leggenda costruita in una sola notte dagli angeli, è il più stupefacente esempio di arte gotica presente sul territorio. È uno tra i più grandi complessi architettonici religiosi di epoca romanica di tutta Europa e domina la val di Susa dai suoi 962 metri di altezza sul Monte Pirchiriano regalando alla valle il suo profilo inconfondibile. L’atmosfera della Sacra di San Michele si respira ne “Il nome della Rosa “: pare infatti che Umberto Eco si sia ispirato proprio alla Sacra per ambientare il suo romanzo. Costruita dai monaci benedettini, durante il XII secolo si trasformò in un luogo di ospitalità per i pellegrini che percorrevano la via Francigena. In serata sistemazione in hotel ad Avigliana, cena e pernottamento.

2° GIORNO: Abbazia di Novalesa / Parco della Mandria / Bologna (km 460)

Prima colazione in hotel. Partenza per Novalesa. Visita guidata all’Abbazia Benedettina dei SS.Pietro e Andrea, che ospita ancora oggi una comunità monastica. Nel IX secolo l’abbazia raggiunse il massimo del suo splendore accogliendo più di cinquecento monaci. Lo stesso Carlo Magno risedette qui per lungo tempo contribuendo così a rendere l’Abbazia molto potente. NOTA BENE: in caso di maltempo la visita non sarà effettuabile. In alternativa si visiterà la cittadina di Pinerolo, a lungo contesa tra i Savoia e il regno di Francia: infatti durante il Seicento rimase in mano francese per 66 anni e fu una piazzaforte sul bellicoso confine sabaudo del cardinale Richelieu. Nella cultura popolare la sua immagine è fortemente legata alla misteriosa Maschera di Ferro che qui arrivò scortata dai Moschettieri narrati da Dumas. Ma Pinerolo è anche il suo grazioso centro storico con le botteghe, le case medievali, i portici voltati, la cattedrale di San Donato e il meraviglioso panorama che si gode dalla collina di San Maurizio, la parte più alta della città. Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento nel Comune di Venaria Reale per la visita guidata agli appartamenti reali di Borgo Castello nel Parco della Mandria, per scoprire delizie e malizie del Re Vittorio Emanuele che qui visse la sua storia d’amore con la “Bela Rosina”. Al termine della visita partenza per il rientro con arrivo a Bologna previsto per le ore 22.00.

 

Note: l’ordine delle visite ed escursioni potrebbe subire variazioni per motivi di ordine tecnico/organizzativo. Tutte le visite previste nel programma sono comunque garantite. Si fa però presente che le guide locali hanno la facoltà di decidere liberamente l’ordine delle stesse e anche la possibilità di variare i percorsi di visita, considerando i flussi turistici del momento. E’ inoltre possibile che a causa di eventi speciali, di manifestazioni pubbliche o istituzionali e di lavori di ristrutturazione o manutenzione, alcuni edifici, parchi o luoghi di interesse storico, naturalistico o culturale vengano chiusi al pubblico anche senza preavviso.

.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:  € 235,00

Quota iscrizione: € 30,00

Supplemento camera singola: € 25,00

 

La quota comprende:

viaggio in pullman GT; sistemazione presso la Certosa1515,  ex monastero adibito a casa per ferie, in camera doppia con servizi privati; 1 cena presso il ristorante della struttura; guida locale per tutte le visite indicate in programma;  assistente culturale Prof.ssa Maria Aurora Marzi per tutta la durata del viaggio; assicurazione Optimas (garanzia Viaggi Rischi Zero, indennizzo ritardo volo, assistenza sanitaria, rimborso spese mediche, assicurazione bagaglio e garanzia annullamento) di UnipolSai Assicurazioni.

NOTA BENE: tutti i nostri Clienti beneficiano automaticamente delle coperture aggiuntive Covid-19 previste dalla Polizza di UnipolSai Assicurazioni inclusa nella quota viaggio.

La quota non comprende:

bevande, ingressi ai siti/musei/monumenti indicati nel programma; extra obbligatori; facchinaggio, mance ed extra persona

.

Numero di partecipanti previsti: minimo 30 / massimo 35 (*)

(*) Occupazione consentita in base alla normativa in materia di prevenzione al Covid19 in vigore alla data di pubblicazione del presente programma (DPCM del 7 settembre 2020) e soggetta ad eventuali modifiche al decadere della stessa.

Costo indicativo degli ingressi esclusi e da pagare in loco: € 22 per persona.

Supplemento navetta a/r per Bologna (servizio garantito con minimo 6 passeggeri): da Imola, Forlì, Cesena: € 55 per persona

Tour Operator Organizzatore: ROBINTUR

Documenti di viaggio: ai sensi dell’art. 109 del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza, all’arrivo in hotel è necessario esibire i documenti attestanti l’identità di tutti i componenti della prenotazione, inclusi i minori di qualsiasi età. Tassa di Soggiorno: le amministrazioni locali hanno la facoltà di imporre un’imposta ai non residenti provvisoriamente in soggiorno nel territorio; nell’eventualità, la tassa di soggiorno non è compresa nelle quote e sarà da pagare in hotel al momento dell’arrivo.