PIEMONTE, LANGHE COLLINE DA GUSTARE 21/23 ottobre

“Territori del gusto”

PIEMONTE, LANGHE COLLINE DA GUSTARE 

dal 21 al 23 ottobre 2022

3 giorni/2 notti
Autobus da Rimini/Bologna

Viaggio di gruppo con accompagnatore Robintur

Una grande eredità di castelli medievali, torrioni e piccoli forti. Colline che fanno da balcone sulle Alpi e sull’anfiteatro punteggiato di vigneti, borghi storici, strade medievali e dimore patrizie di un tempo lontano. Ecco le Langhe, un territorio incontaminato, Patrimonio Unesco dal 2014, ricco di memorie storiche ed eccellenze eno-gastronomiche. L’itinerario si muove fra Alba, le colline del barolo da Serralunga a La Morra e fino a Grinzane, il comune che ebbe come Sindaco un giovanissimo Camillo Benso di Cavour.

ITINERARIO:

1°Giorno – Rimini / Bologna / Asti
Ritrovo dei partecipanti nei luoghi convenuti in orario da definire. Sistemazione in pullman. Partenza in pullman in direzione nord. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo ad Asti e visita del centro storico riccamente ornato da mattoni a vista e splenditi angoli, ancora troppo poco noti al pubblico. Da Corso Alfieri, antica strada maestra, descriveremo le antiche presenze medievali e gli esterni del teatro, per arrivare nella scenografica Piazza del Municipio dove spicca la Collegiata di San Secondo. Visita di Piazza Medici su cui svetta la Torre Troyana e attraverso Via Hope spiegazione del Palazzo dei Cistercensi e della Chiesa della Consolata. Passeggiando per Corso Alfieri ammireremo gli esterni della Torre De Regibus, Palazzo Ottolenghi e Palazzo Mazzetti (sede della Pinacoteca civica), fino ad arrivare in Piazza Roma per scoprire la Torre Comentina e l’elegante Palazzo Medici del Vascello (esterni). Trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2°Giorno – Alba / Serralunga / Barolo / La Morra
Mezza pensione. Al mattino visita guidata di Alba fondata dai Romani nell’89 a.C., può considerarsi la “capitale” delle Langhe. Raggiunse il suo massimo splendore nel XII secolo, rivaleggiando con la vicina Asti. Detta “La città delle cento torri”, conserva uno splendido centro storico in mattoni, elegante cornice per la “fiera del Tartufo”, che vi si svolge ogni anno in autunno. Pranzo libero. Percorso panoramico negli splendidi paesaggi delle Langhe, un mare di colline affilate, segnate da valli profonde, parallele e scavate da torrenti. La Langa è un’alternanza di paesaggi e vasti orizzonti segnati da torri e castelli, nel silenzio rotto solo dai belati delle greggi e dai ritmi degli attrezzi agricoli, un ordinato susseguirsi di filari di viti nei dolci pendii assolati. Sosta a Serralunga, che spicca in mezzo alle colline grazie all’antico Castello che ha mantenuto nel corso dei secoli la struttura di roccaforte medievale. Proseguimento per Barolo, uno dei Borghi più belli d’Italia; piacevole passeggiata nelle viuzze e visita del castello che ospita il Museo del Vino. Fu qui che nell’ ‘800 i Marchesi Tancredi Falletti e Juliette Colbert produssero il primo Barolo della storia moderna, il re dei vini ed il vino dei re. Ultima tappa, La Morra, il “balcone delle Langhe” posto sulla cima di un promontorio da cui si possono ammirare la catena delle Alpi e tutte le colline coltivate a vite. Visita ad una cantina per immergersi tra botti e barriques, curiosità ed aneddoti sulla produzione; degustazione di vini e prodotti tipici. Rientro in hotel e pernottamento.

3°Giorno – Grinzane Cavour / Bologna / Rimini
Colazione in hotel. ripresa del tour panoramico con passeggiata a Grinzane Cavour, per ammirare la mole imponente del castello della famiglia del Futuro Primo Ministro del Regno d’Italia. Si ricorda che il buon Camillo fu anche sindaco di questo piccolo comune, oggi noto in tutto il mondo! Sosta in azienda agricola produttrice di vino e nocciole altro prodotto straordinario di questo territorio. Degustazione di prodotti tipici. Nel pomeriggio partenza per il viaggio di rientro con arrivo alle sedi di partenza in serata.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE da RIMINI € 470,00 (partenza garantita con min. 4 passeggeri)
QUOTA DI PARTECIPAZIONE da BOLOGNA € 395,00

Quota di iscrizione: € 20 per persona (inclusa assicurazione completa UnipolSai Assicurazioni SpA)

Supplemento camera singola: € 65

Supplemento posti pullman in seconda e terza fila € 20 a persona.

Pacchetto ingressi per le visite previste da programma da pagare al momento della prenotazione: € 15 (prezzo aggiornato alla data di pubblicazione del programma e soggetto a variazione).

Polizze Assicurative
La quota di iscrizione comprende la Polizza Optimas di UnipolSai Assicurazioni (garanzia Viaggi Rischi Zero, assistenza sanitaria, rimborso spese mediche, assicurazione bagaglio e garanzia annullamento, garanzie aggiuntive Covid19).

Organizzazione Tecnica
Per questo viaggio, Robintur agisce in qualità di Organizzatore oltre che di Venditore / Intermediario.
Organizzazione Tecnica: Robintur Spa. Consulta qui il testo integrale delle Condizioni generali.

Le Quote Comprendono
viaggio in pullman GT; sistemazione in hotel 3 stelle in camere doppie standard; trattamento di mezza pensione, dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo giorno; bevande incluse ai pasti nella misura di 1/4 di vino e 1/2 minerale; guida locale; visite ed escursioni come da programma con guida locale ove prevista; visite e degustazioni indicate; accompagnatore Robintur.

NOTA BENE: tutti i nostri Clienti beneficiano automaticamente delle coperture aggiuntive Covid-19 previste dalla Polizza di UnipolSai Assicurazioni inclusa nella quota viaggio.

Note Quote
Numero di partecipanti previsto per la realizzazione del viaggio: min. 30 / massimo 50.

Camera tripla non disponibile.

IMPORTANTE – In alcuni casi e per esigenze tecniche/operative, il programma potrebbe subire delle modifiche nella successione delle visite, senza alterarne i contenuti. Le guide locali hanno inoltre la facoltà di decidere liberamente l’ordine delle stesse e anche la possibilità di variare i percorsi di visita, considerando i flussi turistici del momento. È infine possibile che a causa di eventi speciali, di manifestazioni pubbliche o istituzionali e di lavori di ristrutturazione o manutenzione, alcuni edifici, parchi o luoghi di interesse storico, naturalistico o culturale vengano chiusi al pubblico anche senza preavviso.